HOME News Team Legends Contacts
Campionati
1st Division - Season 2008/09
Incontri internazionali
D. Piazzi - Zacchetti - Loula - Zamarian - Carfì - Garzotti - Galatola - Kosir - A. Piazzi
Valchev - Azzoni - Melogli - Porta - Dufek - Petralia - Ducci
 

LA MASSIMA DIVISIONE

La stagione 2008/09 si chiude lasciando un sapore agrodolce ed un fondo di malinconia. E' senz'altro agro il gusto della retrocessione e del penultimo posto in classifica anche se sapevamo che sarebbe stato molto difficile riuscire a salvarsi.

E' agro pensare a come é maturata la retrocessione : un solo punto preso alle due squadre che stanno sotto di noi (KBC 1-4 e 2-2) o a pari punti con noi (STIB 0-0 e 2-3). Sarebbe bastato trasformare due sconfitte in due pareggi ed ora saremmo comodamente al terzultimo posto. Agre sono state le enormi difficoltà organizzative, gli allenamenti disertati,  i numerosissimi infortuni - alcuni cronici - e la scarsa disponibilità ed affidabilità di molti di noi.

Dolce é stato senz'altro l'orgoglio della squadra che é sempre rimasta in partita ed ha sempre fatto sudare gli avversari spesso più forti e quasi sempre (molto) più giovani. Dolce é stato rendersi conto di potersela giocare sempre anche se molte volte i risultati raccolti sono stati inferiori ai meriti sul campo. D'altronde nel calcio molto spesso la sorte e gli episodi aiutano chi é più forte. Dolci sono state alcune prestazioni davvero di grande qualità e soprattutto il mini-ciclo vincente fra gennaio e febbraio. Infine la malinconia per un ciclo che comunque si é chiuso con la fine di questo campionato.

Eurocom3 era risorta dalle ceneri di una retrocessione in quarta divisione e dal settembre 2005 aveva inanellato 3 promozioni consecutive. Ora - qualsiasi decisione venga presa in merito alla prospettiva di iscriversi al campionato - veterani oppure no - cose e persone cambieranno. Ma c'é qualcosa di meglio per scacciare la malinconia di un ciclo che si chiude se non pensare con entusiasmo ad uno che si apre ?

Team Eurocommission3

- stagione 2008/09 -

Portiere: Alberto Licciardello,

Difensori: Giovanni Porta, Maurizio Kosir, Salvatore Carfi, Paolo Garzotti, Silvio Zamarian, Mario Nava, Tomas Dufek, Giovanni Melogli, Alessandro Iosa,

Centrocampisti: Gianluca Azzoni, Pietro Ducci, Daniel Piazzi, Gaetano Petralia, Giuseppe Amoruso, Domenico Rossetti, Massimo Serpieri, Claudio Mazzetti, Marek Loula, Olivier Boulnois, Gabriele Corso, Francesco De Rose, Danilo Bruno, Alfio Meraviglia,

Attaccanti: Svetlin Valchev, Raffaele Coppola, Mario Todino, Matteo Zacchetti,

Coach: Alberto Piazzi.

 

IL FILM DEL CAMPIONATO

1. La squadra base che aveva vinto il campionato di seconda divisione non esiste più. Siamo falcidiati dagli infortuni e dalle assenze per tutto il corso della stagione ed alcuni giocatori  per limiti tecnici, fisici o per circostanze sfortunate non riescono ad offrire lo stesso rendimento dell'anno precedente. Fra settembre e dicembre siamo costretti ad una frenetica ricerca di rinforzi possibilmente giovani e forti. E' difficile immettere ogni sabato nuovi giocatori, adattare il modulo di gioco sulla base delle caratteristiche dei giocatori presenti ed allo stesso tempo mantenere identità e rendimento. Esordiscono durante la stagione 9 nuovi giocatori (Melogli, Valchev, Meraviglia, Iosa, Boulnois, Coppola, O'Connor, De Rose, Bruno). Alcuni giocheranno soltanto poche partite causa infortuni, trasferimenti di lavoro o altre ragioni. Altri si trasformeranno in colonne della squadra.

2. Eppure il debutto era stato davvero promettente. Uno 0-0 fatto di sangue e sudore strappato sul nostro campo feticcio di Overijse a Fortis Insurance. La settimana successiva iniziamo a vedere le streghe. E' difficile trovare 11 uomini abili. Mario Todino si infortuna alla caviglia e non puo' essere sostituito. Zacchetti - infortunato a sua volta - entra per fare numero nel finale. Altri sono in condizioni precarie. E' questo lo scenario in cui matura la netta sconfitta (1-4) - che alla fine si rivelerà pesantissima, decisiva - contro una KBC a dir poco imbarazzante. Il mese di settembre si chiude con una seconda sconfitta (1-2) contro Fortis. Due goal subiti nel primo tempo ci condannano ad un difficile inseguimento senza successo. Altre due sconfitte in ottobre entrambe per 0-3 ed entrambe maturate - almeno nel punteggio - nei minuti finali. Ad AXA finalmente segni di risveglio. Va in campo una squadra rinforzata (esordio di De Rose) e molto tecnica che avrebbe meritato il successo, ma si deve accontentare di festeggiare un nuovo pareggio 2-2. Nel derby soccombiamo per 0-1 ed ancora una volta ci resta la sensazione che avremmo meritato qualcosa di più. Il girone di andata si chiude con un nuovo 0- 0 a STIB - una partita sterile contro avversari alla nostra portata - e due sconfitte molto diverse : un netto 1-4 con Intero ed un ingiustissimo 0- 1 a casa di Euroconseil (che era prima in classifica) maturato con un goal casuale a tempo scaduto dovuto ad una nostra ingenuità, oltre che per un arbitraggio perlomeno penalizzante.

3. Lo 0-7 prenatalizio in casa di Fortis Insurance é una brutta macchia. La consapevolezza delle condizioni - solo 7 giocatori disponibili - in cui é maturato non servono a renderlo meno amaro. Ritorniamo in campo il 31 gennaio ed inanelliamo 3 ottime prestazioni. Due vittorie per 3-1 e 3-2 contro Axa ed i nemici di Deutsche Bank ed una sconfitta onorevole 2-3  sul campo di una fortissima Electrabel, che poi avrebbe vinto il campionato. Iniziamo a segnare con più facilità soprattutto grazie a De Rose ma continuiamo a prendere troppi goal specie nei minuti iniziali. Purtroppo le quattro sconfitte successive - fra le quali quella decisiva per 2- 3 in casa con STIB - tolgono le residue illusioni. Chiudiamo il campionato con un deludente pareggio 2-2 contro KBC e una sconfitta a casa di Fortis, che inaspettatamente verrà trasformata in vittoria dal giudice sportivo.

 
Challenge Inter Eurocommission
 
STANDING AND RESULTS
 
TEAM
Pts
MATCHS GOALS
P
W
L
D
F
A
1
ELECTRABEL 1
46
20
15 4 1 52 18
2
EUROCONSEIL 1 *
42
20
13 4 3 42 23
3
RCS INTERO
38
20
11 4 5 50 29
4
AXA BELGIUM 1
33
20
10 7 3 43 39
.
DEUTSCHE BANK *
33
20
10 7 3 39 31
6
FORTIS 1
32
20
10 8 2 36 29
7
FORTIS INS. BEL.
29
20
8 7 5 41 29
8
EUROCOMMISSION1
23
20
6 9 5 26 39
9
EUROCOMMISSION3
13
20
3 14 4 26 49
.
STIB 1
13
20
3 13 4 21 43
11
KBC
9
20
2 14 3 24 63
 
RESULTS
MARCATORI
GOAL
1
6.09.08
15h30 0
0
De Rose
8
2
20.09.08
15h00 4
1
Zamarian
3
3
27.09.08
15h30 1 2
Coppola
2
4
4.10.08
15h00 3 0
Ducci
2
5
11.10.08
15h30 0 3
Zacchetti
2
6
18.10.08
14h00 2 2
Carfi
1
7
25.10.08
15h30 0 1
Loula
1
8
8.11.08
15h30 0 0
Meraviglia
1
9
15.11.08
15h00 1
4
Todino
1
10
22.11.08
12h30 1 0    
11
13.12.08
15h00 7 0    
12
31.01.09
15h30
3
2  
13
7.02.09
14h00 3 2
14
14.02.09
15h30 3
1
15
21.02.09
14h00 4 2
16
28.02.09
15h30 2 3
17
7.03.09
13h30 4 1
18
14.03.09
15h30 1 3
19
28.03.09
15h30 2 2
20
25.04.09
13h30 0 5
 
MATCH REPORTS
 

Watermael-Boitsfort, sabato 25 aprile 2009

Fortis1 - Eurocommission3 : 0 - 5

Fortis1 : Rampen, Vijnck, Middagh, Op De Beeck, Moucheron, Mc Evilly, Fridhi, Wauters, Verstuyft, Matieu (55' F. Rocha), B. Rocha. All. H. Bulterns.

Eurocommission3 : Licciardello, Garzotti, Porta, Ducci, Iosa, Todino, Azzoni, Corso, Daniel, De Rose, Petralia. All. A. Piazzi.

Goals: 48' Mc Evilly, 54' Matieu, 60' Fridhi.

Ultima partita di campionato e ci presentiamo all'Arbalète in undici contati. La squadra scende in campo con Licciardello in porta, Garzotti e Iosa terzini, Porta e Ducci centrali, Azzoni e Corso mediani, Todino e Daniel esterni di centrocampo, De Rose e Petralia punte.

Per tutta la prima frazione della gara Fortis1 costruisce il gioco e noi agiamo di contropiede. Teniamo il campo molto ben organizzati e le azioni della squadra di casa si infrangono sulle nostre linee di centrocampo e difesa. Il primo tempo é comunque equilibrato e finisce a reti bianche. Da ricordare, all'ultimo minuto, un destraccio di Petralia dal limite dell'area. La palla sembra entrare in rete ma Rampen si allunga e riesce miracolosamente a deviarla sulla traversa. Peccato, con un po' di fortuna avremmo potuto chiudere il primo tempo in vantaggio.

Al primo minuto del secondo tempo, una tringolazione fra De Rose e Todino viene interrotta al limite dell'area avversaria. Nell'azione si infortuna De Rose e siamo costretti a giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica. Dieci contro undici ci rintaniamo ai limiti della nostra aerea. Resistiamo bene sino al 48' quando la squadra di casa passa in vantaggio su azione iniziata in modo falloso. Ci ributtiamo generosamente in avanti per agguantare il pareggio ma Fortis approfitta della superiorità numerica per andare a segno altre due volte prima del fischio finale del direttore di gara.

La Federazione sanzionerà poi Fortis, con un risultato negativo 0-5, per avere messo in campo un giocatore squalificato.

 

Overijse, sabato 28 marzo 2009

Eurocommission3 - KBC : 2 - 2

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Nava, Zamarian, Garzotti, Petralia, Azzoni, Corso, Meraviglia (36' Todino), Cesares Ordonez, Zacchetti. All. A. Piazzi.

KBC : De Meyer, De Stoop, M. Coene, Geboes, L. Coene, Van Den Bossche (36' Vermander), Janik, Degelin, Van Hassel (36' Payne), De Wolf, Stiens. All. F. Goessens.

Goals: 1' Janik, 16' Zamarian, 40' L. Coene, 48' Zamarian.

Formazione ampiamente rimaneggiata ma, per una volta il detto é giusto, meno male che Silvio c'é. Mettiamo in campo una quadra schierata col modulo 4-4-2: l'infortunato Licciardello fra i pali, Porta e Garzotti terzini, Nava stopper, Zamarian libero, Azzoni e Corso mediani di centrocampo, Petralia e Meraviglia sulle fasce, Zacchetti e il sivigliano Cesares-Ordonez di punta.

Inizia la partita e un infortunio casuale occorso a Zamarian ci obbliga a giocare in dieci i primi minuti. KBC ne approfitta e passa subito in vantaggio. A differenza di altre volte, sotto di un gol la squadra non si disunisce e prende in mano le redini del gioco. Così, in una delle nostre occasioni, pareggiamo su uno sganciamento di Zamarian, bravo a entrare in area e tirare un missile sul secondo palo. Nulla da fare per il portiere ospite. Continuamo ad attaccare ma il primo tempo finisce ingiustamente sul risultato di parità.

Nell'intervallo KBC effettua due cambi che le permettono di giocare il secondo tempo in modo più equilibrato. Da parte nostra, Todino prende il posto dell'infortunato Meraviglia sulla fascia sinistra. Al 40' Coene porta KBC in vantaggio direttamente su calcio piazzato. La squadra reagisce con convinzione e al 48' una punizione da sinistra di Corso trova pronto Zamarian, che in splendida elevazione mette la palla alle spalle dell'incolpevole portiere. Mancano ancora venti minuti e giochiamo la partita con la giusta dose di cattiveria ma il terreno pesante di Overijse favorisce la squadra che si difende. Finisce così in parità una partita che meritavamo sicuramente di vincere.

 

Overijse, sabato 14 marzo 2009

Eurocommission3 - Euroconseil1 : 1 - 3

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Ducci, Carfi, Iosa, Petralia, Azzoni, Corso, Loula, De Rose (30' Zacchett), Amoruso. All. A. Piazzi.

Euroconseil1: Torluccio (46' Luzia Teixeira), Figueira, Barchouch, El Bakali, B. Lopes Da Silva, R. Lopes Da Silva, Pereira De Almeida, El Asli, Mitchell (52' El Asery), Barria Pinheiro, Raska. All. A. Pinto Da Slva.

Goals: 15' De Rose, 25' El Asli, 42' Barria Pinheiro, 54' El Bakali.

Riceviamo ad Overijse la squadra che conduce il campionato e che all'andata ci aveva immeritatamente battuti con una rete messa a segno a tempo scaduto. Dirige il match Haward, l'arbitro dell'indimenticabile incontro Amitié-Eurocom3 della stagione 2006/07.

Ancora prima dell'incontro iniziano gli screzi e le provocazioni degli accompagnatori della squadra ospite. Gli episodi del prepartita aumentano la tensione quel tanto che basta per entrare in campo, una volta tanto, col giusto approccio alla gara.

Euroconseil gioca sugli esterni e imbasta grandi folate che vengono sistematicamente interrotte prima dell'ingresso in area. Noi ripartiamo cercando un De Rose in grande giornata. Al 25', l'arbitro fischia una punizione centrale sulla trequarti. Il destraccio di Amoruso viene intercettato da De Rose che, in modo rapido e preciso, batte il portiere con un tiro dal limite. Euroconsei accusa il colpo e la partita si fa equilibrata sino a quando El Asli incorna di testa su calcio d'angolo. L'errore é stato, come al solito, quello di tenere lo sguardo sulla palla e non sugli avversari.

L'infortunio a De Rose, arrivato al 30', ci priva del nostro gioco in una zona importante del campo. Ognuno si batte al massimo delle proprie forze ma, dopo un paio di miracoli di Licciardello, Euroconseil riesce a mettere a segno il doppio vantaggio. Prima con un tiro in rovesciata a fil di palo, poi con una sassata da fuori area. La partita finisce 1-3 ma oggi non abbiamo nulla da rimproverarci. Difficile poter fare di più.

 

Nossegem, sabato 7 marzo 2009

Intero - Eurocommission3 : 4 - 1

RCS Intero : Fernandez, Carte, Louis, Huys, Vrebos, Sonck, Rurangwa, Polet, Denis, Monier, (51' Vranken), Gori. All. M. Godfroid.

Eurocommission3 : Licciardello, Corso, Ducci, Carfi, Garzotti, Azzoni, Amoruso, De Rose, Petralia (42' Nava), Loula, Zacchetti. All. A. Piazzi.

Goals: 12' Vrebos, 26' Sonck, 44' Rurangwa, 50' Loula, 56' Denis.

Partita difficile affrontata con uno schieramento inedito. A causa del ritardo di Licciardello iniziamo con Zacchetti tra i pali, Corso e Garzotti terzini, Ducci stopper, Carfi libero, Azzoni mediano, Petralia e De Rose centrocampisti, Amoruso e Loula esterni.

All'arrivo di Licciardello, dopo aver sfoggiato una bella parata a terra, Zacchetti prende il suo posto naturale in attacco. Dal primo minuto del match Intero gioca compatta e conduce il gioco. Noi agiamo di rimessa. La partita non prende una bella piega, anche perché facciamo fatica a chiudere sugli inserimenti da dietro. Andiamo così al riposo sotto di due gol, messi a segno dalla squadra di casa con due fiondate tirate dal limite dell'area di rigore.

Nel secondo tempo proviamo a rimontare portando Corso a centrocampo. Attacchiamo meglio gli spazi e costruiamo qualche buona azione, ma due infortuni difensivi permettono a Intero di raddoppiare lo score. Da segnalare il primo goal stagionale di Luola, scaturito da un'azione conseguente a una punizione fischiata per un netto fallo su Corso.

 

Overijse, sabato 28 febbraio 2009

Eurocommission3 - STIB1 : 2 - 3

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Melogli, Carfi, Iosa, Amoruso (40' Corso), Azzoni, Ducci, Coppola, (22' Zacchetti), De Rose, Todino. All. A. Piazzi.

STIB1 : Bahbah, Ranouti, Fehli, Bourhaleb, Fares, Amhamdi, Mourfik, Arbioui, Serraji, Mrabet, Sidali. All. A. Beutvil.

Goals: 34' Fares, 35' Mrabet, 40' Zacchetti, 46' Fares, 52' De Rose.

Stib1 viene a giocare a Overijse con una squadra molto più giovane e fisica di quella affrontata nel girone di andata. Noi mettiamo in campo la solita ossatura, con Licciardello fra i pali, Carfi e Melogli centrali di difesa, Porta e Iosa difensori di fascia, Azzoni e Ducci in zona mediana, Amoruso e Coppola esterni di centrocampo, Todino prima punta supportato da De Rose come seconda.

Stib gioca al massimo delle sue possibilità e domina sino a metà del primo tempo. Noi agiamo in contropiede. Le due squadre hanno le loro belle occasioni che non vengono concretizzate per sfortuna o per bravura dei due portieri. Sembra che il primo tempo si debba chiudere a reti bianche quando un rimbalzo del pallone in area picchia sulla mano di Porta e l'arbitro concede, senza esitazioni, l'ennesimo rigore contro. Subiamo il gol, mettiamo la palla al centro, la perdiamo subito e, come sotto shock, in netta superiorità numerica non siamo capaci di bloccare l'azione del secondo gol. Assurdo.

Iniziamo il secondo tempo con più motivazione e dopo pochi minuti Ducci libera Zacchetti davanti al portiere per il gol che da morale alla squadra. Attacchiamo per il pareggio prendendo qualche inevitabile rischio finché Fares, in azione di contropiede, batte Licciardello con un tiro teso dal limite dell'aera. Ci ributtiamo in avanti e riduciamo le distanze con una rovesciata di De Rose ben servito da Melogli. Costruiamo ancora due buone occasioni ma non riusciamo a metterla dentro. E chi spreca perde! Una sconfitta che mette in luce i nostri limiti e che complica il cammino per la salvezza.

 

Overijse, sabato 21 febbraio 2009

Eurocommission1 - Eurocommission3 : 4 - 2

Eurocommission1 : Degaicha, Bakalli, Driesmans, Ahnassou, Lutteri, Maasen (36 Lauria), Faria, S. Fortuna, Lanza (64' Anzalone), Dominguez (43' Sakalis), Irsuto (48' L. Fortuna). All. A. Rossi.

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Zamarian, Carfi, Iosa, Todino, Azzoni (36' D. Piazzi), Ducci, Amoruso, De Rose, Zacchetti (36' Petralia). All. A. Piazzi.

Goals: 5' Irsuto, 24' Dominguez, 38' Faria, 43' De Rose, 55' Carfi, 70' Faria.

Partita giocata con lo spirito del derby. Eurocom1 con un modulo 4-4-2, con Faria che detta i tempi dietro le punte Dominguez e il diciottenne Irsuto. Noi contrapponiamo Licciardello tra i pali, Carfi e Zamarian centrali di difesa, Porta e Iosa esterni, Azzoni e Ducci in zona mediana, Todino e il rientrante Amoruso sulle fasce, De Rose e Zacchetti attaccanti.

Eurocom1 gioca con cattiveria e vince parecchi duelli dal primo minuto. Noi non riusciamo a schermare i loro portatori di palla e a costruire il gioco per le nostre punte. Così, quelle avversarie trovano il modo di portare la squadra di casa in vantaggio per due a zero. Reagiamo bene e prima del riposo un tiro da favola di Todino viene deviato miracolosamente in angolo da Degaicha.

Nel secondo tempo tentiamo il tutto per tutto portando Carfi a centrocampo e inserendo in squadra Daniel e Petralia. Prendiamo in mano le redini del gioco ma dopo tre minuti Faria mette a segno un rigore concesso per un fallo in area su Dominguez. La reazione della squadra porta il risultato sul tre a due. Prima grazie a una giocata pazzesca a centrocampo di Todino che manda in confusione due giocatori di Eurocom1 e serve l'accorrente De Rose, il quale controlla, attende l'uscita del portiere e lo infila nell'angolo basso. Poi un passaggio di Todino al centro per Carfi che mette in rete da pochi passi.

Crediamo nel pareggio, che poteva arrivare con un'azione simile a quella del terzo gol del match precedente, ma questa volta il tiro di testa di Ducci scavalca il portiere ma si infrange sulla traversa. Peccato, anche oggi la fortuna non é dalla nostra parte. Il quarto gol di Faria, arrivato alla fine del match, fa tirare un bel respiro di sollievo alla squadra di casa.

 

Overijse, sabato 14 febbraio 2009

Eurocommission3 - AXA Belgium1 : 3 - 1

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Melogli, Carfi, Iosa, Todino, Azzoni, Ducci, Loula (36' Petralia), De Rose, Zacchetti. All. A. Piazzi.

Axa Belgium1 : Borra, Ramakers, Joos, Lebon, Willaert, Godefroid, Garcia, Van Den Broeck, De Rop, Li Preti, Calistri. All. A. De Wilde.

Goals: 26' Ducci, 27' Calistri, 33' De Rose, 60' Ducci.

Se all'inizio di campionato soffrivamo le palle inattive, adesso mettiamo a profitto la buona organizzazione difensiva su punizioni e calci d'angolo e portiamo a casa tre punti preziosi grazie a tre reti occasionate da tre punizioni calciate rispettivamente da sinistra, dal centro e da destra.

In una giornata fredda ma bella affrontiamo Axa col modulo delle ultime partite. Carfi e Melogli difensori centrali, Porta e Iosa esterni, Azzoni e Ducci in zona mediana, Loula e Todino sulle fasce, De Rose jolly e Zacchetti punta. Iniziamo il match impossessandoci del gioco a centrocampo. Costruiamo alcune occasioni che non riusciamo a concretizzare mentre Axa gioca di rimessa senza tuttavia rendersi particolarmente pericolosa. Al 26', un fallo su Loula provoca una punizione dal limite sinistro dell'area. Iosa calcia in mezzo dove Melogli anticipa la difesa e batte a colpo sicuro. Il portiere respinge miracolosamente ma irrompe Ducci che gli piega le mani con un destraccio da pochi passi. Uno a zero.

Passa un minuto e Axa pareggia con Calistri, lasciato colpevolmente solo in area. Ma, poco dopo, ci pensa De Rose a rimettere le cose a posto. Francesco si incarica di battere una punizione nell'asse centrale del campo. Finta un passaggio sulla sinistra per Loula, il portiere abbocca e viene preso in contropiede dal tiro teso ma centrale. Due a uno.

All'inizio del secondo tempo Axa moltiplica gli sforzi per pareggiare e ha un'occasione d'oro a pochi metri dalla nostra porta, ma prima Licciardello poi Porta sventano il possibile due a due. Scampato il pericolo agiamo in contropiede sino al terzo gol, che arriva ancora su punizione. Il tiro di Carfi dalla trequarti scavalca la linea difensiva e trova pronto Ducci che batte di testa il portiere avversario e fissa il risultato finale nel nome delle due squadre Eurocommission3-Axa Belgium1.

 

Tervuren, sabato 7 febbraio 2009

Electrabel1 - Eurocommission3 : 3 - 2

Electrabel : Behets, Emond, Moreno, Andretta (43' Masure), Doppagne, Raeymaekers, Fannoy, Moreno, Fazekas (46' Simsek), Arenas, De Visscher., All. G. Vanisterdael.

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Zamarian, Melogli, Iosa, Corso, Azzoni (36' Ducci), Carfi (36' Petralia), Loula, De Rose, Zacchetti (43' Valchev). All. A. Piazzi.

Goal: 5' e 16' Arenas, 28' De Visscher, 52' De Rose, 63' Zamarian.

Si gioca a Tervuren sul campo di Electrabel, un campo dove Eurocom3 ha giocato partite epiche. Iniziamo il match con Porta e Iosa terzini, Zamarian e Melogli centrali, Azzoni e Carfi mediani, Loula e Corso sulle fasce, De Rose jolly di centrocampo e Zacchetti centravanti. Come all'andata, Electrabel dimostra di possedere i "fondamentali". Gioco collettivo, buon controllo di palla, inserimenti da dietro, passaggi corti per il giocatore smarcato, sfruttamento delle ali. E così, grazie alla propria organizzazione, Electrabel chiude il primo tempo sul tre a zero, grazie anche ad un generoso rigore decretato ai nostri danni dall'arbitro Hannet.

Nel secondo tempo inseriamo la coppia Ducci-Petralia a presidio della zona centrale del campo. La squadra é più equilibrata e gioca con più cattiveria. Le nostre linee di difesa e centrocampo aggrediscono con decisione i portatori di palla ed impostano le azioni cercando le giocate imprevedibili di un De Rose in grande giornata. Anche se con fatica, riusciamo ad arrivare al tiro con Zacchetti e Valchev. Si continua a spingere senza raccogliere i frutti del nostro lavoro finché, al 52', su passaggio di Loula, De Rose si libera con una finta del difensore e batte il portiere con un secco tiro dal limite. Subito dopo Loula viene steso poco fuori area dall'ultimo uomo. L'arbitro concede la punizione ma non decreta l'espulsione del giocatore. Il tiro di De Rose accarezza il palo e si perde sul fondo. Al 62' una percussione centrale di Corso viene bloccata in modo falloso. De Rose pesca Zamarian sul secondo palo che insacca imparabilmente al volo. Continuiamo il forcing sino all'ultimo ma non riusciamo ad agguantare un pareggio che, visto l'andamento del match, avremmo certamente più che meritato.

 

Overijse, sabato 31 gennaio 2009

Eurocommission3 - Deutsche Bank : 3 - 2

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Melogli, Carfi, Iosa, Todino, Azzoni, Corso, Coppola, De Rose, Zacchetti (43' Valchev). All. A. Piazzi.

Deutsche Bank : Rauter, Rohloff, Meunier, Embrechts (35' B. Aydogan), Murillo, Sartori, Bex, Tasdagitici, S. Aydogan, Verhaegen, Khbaiz. All. L. Ngongo.

Goals: 1' Verhaegen, 8' De Rose, 14' Coppola, 26' Zacchetti, 32' Tasdagitici.

Abbiamo chiuso il 2008 in malo modo e iniziamo invece il 2009 con una bella vittoria a scapito della squadra seconda in classifica. Causa alcune assenze dell'ultima ora ci presentiamo a Overijse con una rosa di 12 giocatori. Iniziamo con Licciardello fra i pali, Carfi e Melogli difensori centrali, Porta e Iosa terzini, Corso e Azzoni mediani di centrocampo, Todino e Coppola esterni, De Rose seconda punta, e Zacchetti centravanti.

La partita comincia nel peggiore dei modi. Su una rimessa laterale Verhaegen si inserisce al centro e insacca di testa da pochi passi. Sotto di un goal al primo minuto, la squadra ha il grande merito di non disunirsi. In una ripartenza, De Rose serve corto Todino che cerca di saltare l'avversario con un dribbling stretto. Il difensore interviene scomposto sui piedi e l'arbitro concede un penalty che De Rose trasforma con un tiro preciso e angolato.

Poco dopo, una punizione calciata da Carfi sulla trequarti trova pronto Coppola per una magia al volo che manda in confusione il pur bravo portiere ospite. Due a uno ma non é finita. Al 26' Azzoni si invola sulla destra, arriva sul fondo ed effettua un cross in mezzo all'area dove Zacchetti insacca di slancio e porta la squadra sul tre a uno. Deutsche Bank reagisce con decisione e prima del riposo Tasdagitici riduce le distanze con un tiro imparabile dal limite.

Nel secondo tempo la partita é a senso unico. Deutsche Bank attacca a testa bassa e noi pensiamo soprattutto a difendere il vantaggio con caparbietà. Il fischio finale, arrivato dopo quattro minuti di recupero, mette fine ad una partita intensa e combattuta. Gli obiettivi della giornata erano due : toglierci dall'ultimo posto in classifica e dimenticare Boitsfort. Missioni compiute.

 

Watermael-Boitsfort, sabato 13 dicembre 2008

Fortis Ins. Belgio - Eurocommission3 : 7 - 0

Eurocommission3 : Licciardello; Iosa, Porta, Mahy, Kaschl; Le Losteque, De Rose, Azzoni, Guardao; Meraviglia (55' Kosir), Zacchetti. All. C. Mazzetti.

Finisce nel peggiore dei modi il 2008 calcistico di Eurocom3. Una squadra svagata, deconcentrata, molle nel fisico e nella testa, senza carattere né identità, una non-squadra viene travolta per 7-0 sul campo di Fortis Insurance Belgio. Una rosa di quasi 30 giocatori riesce a partorire solo 7 abili per la partita del sabato. Gli innesti delle altre squadre (Guardao, Mahy, Kaschl e Le Losteque) nonostante l'impegno non riescono a fare la differenza. Troppi gli errori e la superficialità in campo come fuori.

A pochi minuti dall'inizio solo 8 giocatori sono sul campo. Si arriva in ritardo alla spicciolata come a un aperitivo al bar. Gli avversari manovrano con buona tecnica e affondano i colpi senza grosse difficoltà. Nel primo tempo si va sotto dopo una decina di minuti con un giocatore di Fortis che svetta più alto di tutti su calcio d'angolo - ancora una volta un calcio piazzato ci é fatale. L'occasione per pareggiare e raddrizzare la partita arriva poco dopo con un colpo di testa di Zacchetti che viene salvato sulla linea. Poi due azioni fotocopia in contropiede permettono allasquadra di casa di chiudere il primo tempo sul 3-0.

Un sussulto d'orgoglio in avvio di ripresa, una decina di minuti di buon gioco culmina con un errore clamoroso di Zacchetti che spreca in modo incredibile a porta vuota un assist fin troppo generoso di Meraviglia. Il resto é una lenta e inesorabile discesa agli inferi con Fortis che segna a ripetizione. Il fischio finale é una liberazione, ora pizza sociale e un mese di tempo per ritrovare la voglia di lottare e provare a salvarsi.

 

Qualche riflessione alla fine del girone di andata. Il tabellino mostra tre pareggi, sette sconfitte, solo cinque reti all'attivo e venti al passivo. Buona parte delle quali subìte per disattenzione, cioè più per demerito nostro che per merito degli avversari. Dunque, dopo le prime dieci partite il bilancio é molto magro. Dobbiamo però ricordarci che abbiamo iniziato il campionato facendo fatica a trovare l'undici da mettere in campo. Gli arrivi di ottobre hanno portato vitalità e qualità. Ora siamo molto più forti e possiamo giocare alla pari con tutte le altre squadre, nessuna esclusa. Il match con Euroconseil sta lì a dimostrarlo. Meritavamo sicuramente di raccogliere più punti nelle partite con Axa, Stib, Eurocom1, Euroconseil... Va anche detto che il calcio é un gioco, e nel gioco la fortuna conta qualcosa. Sino ad ora ne abbiamo avuta molto poca, speriamo che prima o poi giri anche dalle nostre parti.

 

Anderlecht, sabato 22 novembre 2008

Euroconseil - Eurocommission3 : 1 - 0

Euroconseil : Torluccio, R. Lopes Da Silva, Figueira, Barchouch, El Asery, Raska, B. Lopes Da Silva, El Bakali, Gonçalves (36' Barria), Coelho, Nizau (46' Afonso). All. A. Pinto Da Slva.

Eurocommission3 : Licciardello, Nava (36' Garzotti), Carfi, Melogli, Iosa, Todino, Petralia, Azzoni, De Rose, Loula, Zacchetti (36' Valchev). All. A. Piazzi.

Goal: 70' B. Lopes Da Silva.

Andiamo a giocare l'ultima partita del girone di andata in casa della prima in classifica. Il modulo é un prudente 4-1-4-1, con Azzoni davanti ai quattro difensori Nava, Melogli, Carfi e Iosa. La linea di centrocampo Todino, Petralia, De Rose, Loula, supporta l'unica punta Zacchetti.

Nel primo tempo teniamo testa al gioco sviluppato dagli avversari, che arrivano al tiro grazie a un paio di incertezze della nostra retroguardia. Anche noi però abbiamo le nostre buone occasioni con Todino e Zacchetti. L'organizzazione di gioco di Eurocom3 non concede gli spazi che Euroconseil pensava di trovare e così, giustamente, il primo tempo finisce sul punteggio di 0-0.

Nel secondo tempo, anche a causa di un calo fisico, siamo costretti ad arretrare il baricentro del gioco. La squadra di casa prende fiducia e si rende pericolosa in più circostanze, che non cambiano il risultato grazie agli interventi decisi dei nostri estremi difensori e da un Licciardello in grande forma. Costruiamo alcune azioni di contropiede, soprattutto con Valchev e Todino. Al 58' ci viene negato un rigore sacrosanto per un atterramento evidente su Loula. Un fallo da espulsione di El Bakali non viene sanzionato nemmeno con l'ammonizione. La beffa nei minuti finali. Lopes Da Silva ruba in pressing una palla sulla tre quarti e fa partire un tiro che si infila beffardo sotto la traversa. Una sconfitta che brucia, soprattutto per come é maturata.

 

Overijse, sabato 15 novembre 2008

Eurocommission3 - Intero : 1 - 4

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Melogli, Carfi, Dufek, Todino, Corso (20' Petralia), Iosa (40' D. Piazzi), Loula, De Rose, Coppola (45' Zacchetti). All. A. Piazzi.

RCS Intero : Fernandez, Carte, Louis, Roman (48' Stennet), Sonk (36' Vrancken), Vrebos, F. Steennot, M. Steennot (60' De Caeymaeker), Rurangwa, Denis, Polet . All. Y. Pavlet.

Goals: 12' De Rose, 24' Louis, 26' Sonck, 35' Louis, 70' F. Steennot.

Affrontiamo una delle squadre più forte del campionato con un modulo 4-2-3-1. Porta e Dufek difensori esterni, Melogli e Carfi centrali, Corso e Iosa mediani, Todino e Loula sulle ali, e De Rose jolly dietro all'unica punta Coppola. Intero, che si dimostra squadra tecnicamente forte e ben organizzata, contrappone un classico 4-5-1 con un centrocampo attento, dinamico e veloce nelle ripartenze. Il gioco iniziale é in mano a Intero ma siamo noi a passare per primi in vantaggio. Todino recupera una palla sulla destra, attira su di se la difesa avversaria e improvvisamente cambia lato con una rasoiata orizzontale per Loula. Marek controlla e verticalizza per l'accorrente De Rose, che cambia passo e trafigge imparabilmente Fernandez con un tocco morbido sul secondo palo. Intero reagisce con ordine e si rende pericolosa in più di un'occasione, in particolare sulle palle inattive, dove dimostriamo di essere alquanto impreparati e disattenti nei contrasti. E così il risultato viene ribaltato da un micidiale 1-2. Reagiamo con convinzione ma un minuto prima dell'intervallo Louis trova l'occasione per il terzo goal.

Rientriamo in campo con l'obiettivo del pareggio. Ci impadroniamo del centrocampo e riusciamo a mettere la squadra avversaria in forte difficoltà. L'espulsione di Carfi ci obbiga a schierare la difesa a tre per l'ultima mezzora di gioco. Nonostante l'inferiorità numerica imbastiamo alcune azioni particolarmente pericolose, ma anche oggi non é giornata. Prima un destraccio di Todino sorvola di poco la traversa, poi una cannonata di Dufek, ben servito da Daniel, viene miracolosamente deviata sul palo dal portire ospite. Da registrare infine, all'ultimo minuto, il bel goal di Steennot, che mette in rete dopo una rapida triangolazione con Denis.

 

Bruxelles, sabato 8 novembre 2008

Stib1 - Eurocommission3 : 0 - 0

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Melogli, Zamaran, Iosa, Ducci, Azzoni, Meraviglia (36' Carfi), De Rose (36' Petralia), Loula, Zacchetti. All. C. Mazzetti.

Arriviamo a STIB consapevoli di dover cercare la vittoria per agganciare il treno salvezza. Purtroppo subito una pessima notizia : Danilo Bruno non sta bene e non può giocare. Iniziamo la partita un poco contratti. La difesa alta di STIB ci permette alcune fughe sulla fascia, specie sulla sinistra con Loula ma allo stesso tempo ci obbliga a tenere il baricentro molto basso. La squadra é spesso spezzata in due tronconi. Un paio di discese di Marek e alcuni passaggi filtranti di De Rose e Meraviglia non danno esito a causa di un dribbling di troppo e qualche errore di misura. Il vento contro inoltre disturba la nostra manovra ma c'é anche l'impressione che la squadra sia entrata in campo convinta di avere già il risultato in tasca. L'unica vera occasione capita sul piede di Zacchetti che subito dentro l'area colpisce male - complice anche un falso rimbalzo del pallone - su cross di Alfio. STIB prova a colpire in un paio di occasioni ma la difesa é perfetta.

Nel secondo tempo il gioco é più veemente ma anche disordinato. Andiamo avanti a folate cercando di prendere in contropiede una difesa schierata sulla linea del centrocampo. Rimpiangere l'assenza di Bruno e della sua velocità é più d'un esercizio di stile. La squadra comunque ci mette cuore e grinta ed arrivano almeno quattro buone occasioni. Prima Carfi non riesce a calibrare un pallonetto a tu per tu con il portiere. Poi sempre Carfi con una splendida punizione chiama il portiere avversario ad una prodezza. Il portiere di STIB si ripete respingendo un gran tiro di Marek Loula dopo una travolgente discesa sulla sinistra. Lo stesso Loula reclama a ragione un rigore pochi minuti dopo. Infine allo scadere cross teso da sinistra e una deviazione di Zacchetti in mischia passa di poco sopra la traversa. La nostra difesa ha concesso poco o nulla a STIB e Licciardello si é dovuto impegnare in un paio di uscite spericolate. Insomma, continuiamo a giocare con grande dignità ma a raccogliere meno di quanto si meriti.

Ottima prova del coach Mazzetti che non si é limitato a urlare ma si é fatto anche un discreto allenamento avanti e indietro sulla fascia.

 

Overijse, sabato 25 ottobre 2008

Eurocommission3 - Eurocommission1 : 0 - 1

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Melogli, Carfi, Iosa, Bruno, Azzoni, Boulnois (54' Nava), Petralia (36' Valchev), Coppola, Zacchetti (42' Kosir). All. A. Piazzi.

Eurocommission1 : Sakalis, Micucci, Gunatoin (36' Anzalone), V. Ottati, L. Fortuna, Lanza, Bakalli, Driesmans, Maasen (36' Lutteri), Dominguez, F. Rosati (36' S. Fortuna). All. C. Mancini.

Goals: 30' Dominguez.

Sconfitta di misura 0-1 nel derby contro Eurocommission1. Andiamo in campo con una formazione 4-4-2, con Melogli e Carfi difensori centrali, Porta e Iosa terzini, Azzoni e Boulnois davanti alla difesa, Bruno e Petralia sulle fasce, Coppola e Zacchetti attaccanti. Quest'ultimo al rientro in squadra dopo un mese di assenza a causa di un serio infortunio subìto in allenamento.

Nel primo tempo le squadre cercano di assumere il dominio di centrocampo. Eurocommission1 gioca in modo corale ed Eurocommission3 agisce di contropiede cercando, soprattutto, di sfruttare le discese alla Romanelli di Danilo Bruno. Un suo tiro a rete viene deviato in angolo da Sakalis. Una buona occasione capita sul piede di Coppola, ma la conclusione improvvisa sorvola di poco la traversa. Alla fine del primo tempo, com'é già successo in altre partite, la squadra avversaria passa in vantaggio con un tiro velenoso dal limite di Anthony Dominguez. Un minuto più tardi Eurocom1 ha l'occasione per mettere a segno un insperato raddoppio, ma il forte tiro incrociato di Bakalli trova Licciardello pronto alla deviazione in angolo.

Nel secondo tempo infoltiamo il centrocampo avanzando Carfi a ridosso dell'attacco. Il modulo diventa 4-2-3-1, con Bruno, Carfi e Valchev dietro all'unica punta. Costruiamo qualche contropiede pericoloso, ma non riusciamo a finalizzare in rete le occasioni create. Nei minuti finali Eurocommission1 sfrutta la propria freschezza fisica e si impossessa del gioco, mentre noi fatichiamo ad uscire e a rendere ariosa la nostra manovra. Il risultato finale va comunque stretto.

 

Watermal-Boitsfort, sabato 18 ottobre 2008

Axa Belgium 1 - Eurocommission3 : 2 - 2

Axa Belgium 1 : Van Humbeeck, Ramakers, Borra, Mahieu, Gilson, Li Preti, Devos, Willaert, (43' Peeters), De Rop (39' Vandekerkhoven), Van Den Broek, Dept. All. A. Dewilde.

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Melogli, Zamarian, Iosa, Bruno, Azzoni, Ducci, De Rose (45' Valchev), Meraviglia, Coppola. All. A. Piazzi.

Goals: 5' Ramakers, 24' Van Den Broek, 31' De Rose, 62' Meraviglia.

Esordio in squadra per Francesco De Rose, un centrocampista di altissimo livello e con un passato da calciatore professionista, e Danilo Bruno, un'ala destra di prima grandezza.

Primi minuti di studio, in cui le due squadre cercano di impossessarsi del centrocampo, finché un passaggio filtrante trova Dept pronto a sfondare centralmente in area. Il contrasto della nostra retroguardia viene punito dal mitico arbitro Redondo con la massima punizione. Il rigore di Ramakers é imparabile. Da questo momento in poi la partita é in nostre mani. Abbiamo parecchie occasioni che non concretizziamo, un po' per imprecisione sotto porta, e un po' per la bravura del portiere avversario.

In applicazione della solita regola gol sbagliato gol subito, Axa riesce a raddoppiare in contropiede con un'azione che non sembrava particolarmente insidiosa. E così, ingiustamente, ci si trova sotto di due gol. La squadra reagisce e imbastisce alcune azioni per ridurre lo svantaggio prima del riposo. Ci riusciamo con De Rose, pronto a insaccare in tuffo un cross dal fondo di Bruno, bravo a crederci nel recuperare una palla che sembrava persa e a metterla rapidamente al centro.

Dopo l'intervallo torniamo in campo per completare l'opera. II gioco é più equilibrato, ma le nostre azioni da gol sono indubbiamente più numerose di quelle costruite da Axa. Redondo ci mette del suo per guastare il gioco di due squadre che si affrontano a viso aperto giocando bene. Nel suo carnet ci aggiunge pure l'annullamento del gol del pareggio. Che arriva comunque per merito di Meraviglia, che realizza un rigore fischiato per un fallo ai suoi danni in area.

Al fischio finale abbiamo qualche rammarico per il tiro di Coppola salvato sulla linea a portiere battuto, il colpo di testa di Meraviglia fuori di un niente, e la conclusione a lato di Valchev nei minuti finali. Il rusultato di parità lascia quindi un po' di amaro in bocca. Ma va considerato positivo, visto che abbiamo messo in difficoltà una squadra di alta classifica. Peraltro mettendo in mostra buone idee e trame di gioco.

 

Overijse, sabato 11 ottobre 2008

Eurocommission3 - Electrabel1: 0 - 3

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Carfi (54' Nava), Ducci, Garzotti (36' Kosir), Iosa, Azzoni (54' Zacchetti), Petralia (36' Valchev), Loula, Meraviglia, Coppola. All. A. Piazzi.

Electrabel1 : Behets, Doppagne (52' Lamoureux), Emond, Del Percio, F. Moreno (36' Falcka), Raey Maekers, Fannoy, D. Moreno, De Visscher, Masure, Waba Kaboya. All. G. Van Isterdael.

Goals: 33' Waba Kaboya, 54' Raey Maekers, 65' Waba Kaboya.

Riceviamo in casa Electrabel1, una squadra che lotta per i titolo, con alcune assenze di particolare rilievo. Electrabel si dimostra quadrata in tutti i reparti, senza punti deboli, e con i perni centrali che distribuiscono gioco sugli esterni, i quali finalizzano poi per le punte d'attacco. La squadra tuttavia rimane unita e riparte in pericolosi contropiede.

Si soffre tuttavia per tutta la prima frazione di gioco. Abbiamo anche una buona occasione per portarci in vantaggio. Pensiamo di andare al riposo col risultato di parità ma al 33' una loro rapida ripartenza trova Waba Kaboya pronto ad insaccare un cross teso proveniente da destra.

Nel secondo tempo la squadra reagisce e gioca in maniera più propositiva. Cerchiamo il pareggio con caparbietà giocando bene, finché una dose eccessiva di nervosismo fa saltare la concentrazione del reparto di retroguardia. Electrabel mantiene i nervi saldi e trova due volte la strada per punirci oltre misura.

 

Woluwe, sabato 4 ottobre 2008

Deutsche Bank - Eurocommission3 : 3 - 0

Deutsche Bank : Somers, Rohloff (65' Creupelandt), Taskin, Embrechts (65' H. Goktas), Prieto, S. Goktas, Hegedus, Bex, Huygens, Murillo, Verhaegen. All. L. Ngongo.

Eurocommission3 : Licciardello, Iosa, Melogli, Ducci, O'Connor (36' Garzotti), Petralia (36' Carfi), Azzoni, Boulnois, Loula, Meraviglia, Zacchetti (36' Valchev). All. A. Piazzi.

Goals: 52' Bex, 63' Rohloff, 66' Bex.

Giochiamo sul terreno del Parco della Woluwe, dove in passato non abbiamo mai avuto tanta fortuna, improvvisando Iosa come terzino destro e Ducci stopper nei minuti precedenti il match. Entrambi saranno comunque fra i migliori in campo.

I padroni di casa mettono in mostra un gioco rapido e corale. Tuttavia, il blocco di difesa impedisce che la loro supremazia a centrocampo si possa tradurre in chiare azioni da goal.

Nel secondo tempo la partita offre lo stesso spettacolo visto precedentemente, finché Bex, complice la partecipazione al gioco di un giocatore in off side, manda il pallone in rete con un colpo di testa dal limite. Cerchiamo di reagire impostando qualche azione di contropiede. Ci disuniamo e Deutsche Bank ci colpisce immeritatamente nei minuti finali.

 

Overijse, sabato 27 settembre 2008

Eurocommission3 - Fortis1: 1 - 2

Eurocommission3 : Licciardello, Porta, Carfi, Melogli, Kosir (36' O'Connor), Iosa, Azzoni, Boulnois, Loula, Zamarian, Coppola. All. A. Piazzi.

Fortis1 : Brunin, Mc Kinney, Rampen, Mc Evilly, Fridhi, Baetens (42' Freres), Wauters, Quarta, Middach, Higoet, Oddebeek. All. H. Bulterns.

Goals: 12' Quarta, 27' Quarta, 48' Coppola.

Esordio in Eurocom3 di quattro nuovi giocatori: gli italiani Iosa e Coppola, il francese Boulnois e l'irlandese O'Connor. Il modulo della squadra é un 4-4-2, con Licciardello fra i pali, Porta, Carfi, Kosir e Melogli in retroguardia. Azzoni e Boulnois nella zona centrale del campo, Iosa e Loula sulle fasce, Zamarian e Coppola davanti. Fortis dimostra di essere più avanti nella preparazione, soprattutto nel gioco senza palla. Tuttavia il doppio vantaggio della squadra avversaria nasce da due incertezze difensive.

Nel secondo tempo rischiamo un modulo 3-5-2, con Porta, Zamarian e Melogli che, insieme a Licciardello, offrono una prestazione superlativa in retroguardia. Dimezziamo lo svantaggio con uno splendido colpo di testa di Coppola su calcio d'angolo calciato da Carfi. Creiamo qualche buona occasione da gol che però non riusciamo a concretizzare. Finisce il match con la vittoria di Fortis e con l'amaro in bocca per il mancato pareggio. Che ci poteva stare, anche se il nostro gioco é stato più approssimativo di quello messo in campo dagli avversari.

 

Melsbroek, sabato 20 settembre 2008

KBC - Eurocommission3 : 4 - 1

KBC : De Meyer, M. Coene, Janik, Geboes, Stiens, Van Den Bossche (40' Van De Casteele), Van Muylders (55' Degelin), L. Coene, Van Vlanderen, De Gieter, De Stoop. All. F. Goessens.

Eurocommission3 : Licciardello, Nava, Kosir, Carfi, Porta, Garzotti, Todino, Azzoni, Meraviglia, Cesari (60' Zacchetti), Valchev. All. A. Piazzi.

Goals: 17' Van Den Bossche, 26' Todino, 32' De Gieter, 37' De Gieter, 54' De Gieter.

A causa di assenze forzate e alcuni tesseramenti al Club che decorreranno dal 23 settembre, giochiamo contro KBC in formazione ampiamente rimaneggiata. Peccato perché perdiamo malamente tre punti contro un avversario alla nostra portata.

Mettiamo in campo il modulo collaudato 4-4-2, ma con quattro giocatori schierati fuori ruolo. Dopo un paio di buone occasioni sprecate in attacco, un infortunio in difesa permette a Van Den Bossche di insaccare da pochi passi. Cerchiamo di riprendere in mano la partita ma l'arbitro non fischia un evidente atterramento di Cesari in area. Subito dopo però ci pensa Todino a portare il risultato in parità. Passano pochi minuti e una seconda distrazione della retroguardia porta nuovamente KBC in vantaggio.

L'intervallo dovrebbe essere l'occasione per riordinare le idee e per organizzare la squadra per il secondo tempo. Non é così ed alcuni di noi entrano in campo troppo nervosi, senza il giusto approccio alla partita. KBC ne approfitta e De Gieter firma senza troppe difficoltà il secondo dei suoi tre goals. Lottiamo in mezzo al campo per ridurre lo svantaggio ma una punizione dalla lunetta sancisce il 4-1 definitivo. Una brutta sconfitta che impone una seria riflessione sulle cause che l'hanno determinata.

 

Overijse, sabato 6 settembre 2008

Eurocommission3 - Fortis Ins. Be. : 0 - 0

Eurocommission3 : Galatola, Porta, Carfi (39° Kosir), Melogli, Dufek, Petralia, Azzoni, Zamarian, Ducci (36° Valchev), D. Piazzi (40° Garzotti), Zacchetti. All. A. Piazzi.

Fortis Ins. : Strang, Salamone, Decher, Moreno Madrid, Vandervinne, Moraux, Van Bever (61° Heyskens), Karama, Hergot (43° Giraud), Herrmanus, Giraud. All. C. Savvidis.

Affrontiamo la partita d'esordio in formazione rimaneggiata e con alcuni giocatori che giocano insieme per la prima volta. Fortis Ins. é una squadra ben organizzata, con difensori esterni che si spingono sovente in sovrapposizione, centrocampisti che garantiscono una buona circolazione di palla, attaccanti rapidi e dotati di un buon dribbling. Li affrontiamo con un modulo prudente 4-5-1, ma soffriamo la loro rapidità e organizzazione per tutto il primo tempo. Ciononostante, Daniel riesce a trovare lo spazio per un tiro in diagonale che il loro portiere respinge di pugno.

Nel secondo tempo passiamo al modulo 4-4-2, con l'inserimento di Valchev come seconda punta. Due infortuni quasi simultanei nei primi minuti ci impediscono di fare il match nel modo in cui era stato preparato. Riusciamo comunque a difenderci bene e a costruire pericolosi contropiede. Nelle fasi finali Valchev si libera tutto solo davanti al portiere, ma il tiro viene parato da Strang in uscita. Terminiamo con la squadra sfinita, coscienti di essere andati oltre le nostre forze. Tutto sommato un ottimo esordio.